• LABORATORIO ANALISI

    Prist e Rast Test (SSN)

    Nel nostro centro i Prist e Rast Test sono in convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale (SSN).

    allergi.jpg

    Prist e Rast test sono esami del sangue che servono a determinare se un paziente è allergico a specifiche sostanze. I sintomi dell’allergia possono manifestarsi in forma lieve o grave e sono: prurito, eczema, rinite, congiuntivite, broncocostrizione, vomito e diarrea nonché, in rari casi, anafilassi.

    Come viene eseguito il test?

    Entrambi i test si eseguono mediante un semplice prelievo di sangue venoso dall’avambraccio. Da questo campione vengono dosati gli anticorpi totali IgE (PRIST) e/o gli anticorpi IgE specifici (RAST) verso uno specifico allergene (pollini, polvere, alimenti, farmaci, ecc.), sospetto della sintomatologia allergica. Per l’esecuzione di queste analisi non è necessaria alcuna specifica preparazione, né il digiuno. Anche i farmaci, fatta eccezione per quelli antistaminici e il cortisone (utilizzati per neutralizzare i sintomi dell’allergia), non influiscono sul risultato, ma è sempre opportuno che il medico sia a conoscenza dei medicinali che si stanno assumendo.

    Come interpretare il risultato?

    PRIST test o IgE (immunoglobuline) totali:

    • se il valore delle IgE totali è più alto rispetto a quello del range di riferimento, probabilmente ci si trova di fronte ad una forma allergica. A questo punto è consigliabile approfondire eseguendo il RAST test (dosaggio delle IgE specifiche) per cercare di individuare la sostanza verso cui si è allergici;
    • se il valore delle IgE totali rientra nel range di riferimento, ma la persona presenta tutti i sintomi di un’allergia in modo evidente, è consigliabile eseguire comunque il RAST test. Può capitare che alcuni PRIST test risultino normali anche in presenza di una manifestazione allergica evidente. Non è possibile formulare una diagnosi di allergia basandosi sulla sola determinazione delle IgE totali (PRIST test), in quanto un valore elevato non sempre è indice di allergia, così come un valore normale non sempre la esclude. Alti valori di IgE totali al PRIST test si registrano, ad esempio, in presenza di infestazioni parassitarie (vermi intestinali, tenia ecc.), nei forti fumatori, in presenza di cirrosi epatica, di mononucleosi infettiva o di altre malattie virali.

    Rast test o IgE (immunoglobuline) specifiche:

    • se il valore delle IgE specifiche verso quell’allergene rientra nel range di riferimento, significa che non si è allergici a quella sostanza;
    • se, invece, il suo valore è più alto rispetto a quello del range di riferimento, si ha la certezza di essere allergici a quella sostanza. Inoltre, più il valore è alto, più la sintomatologia allergica può avere una quadro clinico complesso.

    PRENOTA / RICHIEDI INFORMAZIONI



    Figebo

    DIRETTORE SANITARIO
    DOTT.SSA ANTONELLA SENATORE

    © 2013 -Figebo Centro Polispecialistico S.r.l.
    Tutti i diritti riservati - REA 1060579
    C.F. n./P.IVA 07877891007
    Informativa sulla Privacy
    Termini e condizioni

    Credits: Agenzia Web Roma Mandarino adv